Giurisprudenza commentata

Nel delitto di maltrattamenti la condotta è abituale in quanto reiterata nel tempo senza necessità di un periodo minimo

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Guida all'approfondimento |

 

Integra il delitto di maltrattamenti ex art. 572 c.p. la condotta causa di sofferenze fisiche o psicologiche, alla quale l'imputato sottopone il coniuge, ove reiterata nel tempo, senza che sia necessario un periodo minimo, al di sotto del quale la sussistenza del reato debba necessariamente escludersi.

Leggi dopo