Giurisprudenza commentata

Divieto di maternità surrogata e interesse del minore: un nodo da sciogliere caso per caso

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Guida all'approfondimento |

 

In tema di impugnazione del riconoscimento del figlio naturale concepito tramite maternità surrogata, la Corte costituzionale ha affermato che non sussiste nessun automatismo dettato dall'art. 263 c.c., in quanto il Giudice dovrà sempre valutare caso per caso, operando una necessaria comparazione tra gli interessi in gioco, al fine di verificare se il c.d. favor veritatis possa in concreto creare un pregiudizio nei riguardi del minore, che invece potrebbe avere interesse a conservare lo status acquisito, anche se non rispondente al vero.

Leggi dopo