Giurisprudenza commentata

Assenza dalla vita del minore e inadempienza agli obblighi di mantenimento giustificano l'affidamento esclusivo

28 Novembre 2017 |

Trib. Roma

Affidamento esclusivo

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Perché possa derogarsi al regime dell'affidamento condiviso, occorre che risulti una manifesta inidoneità educativa di uno dei genitori, tale da rendere l'affidamento potenzialmente pregiudizievole per il minore; la decisione sull'affidamento esclusivo, quindi, dovrà essere il risultato di una motivazione “in positivo”, sulla idoneità del genitore affidatario, e di una motivazione “in negativo”, sull'inidoneità dell'altro.

Leggi dopo