Focus

Legge sul biotestamento: diritto alla salute e all’autodeterminazione

Sommario

Le previsioni della legge n. 219/2017 | Consenso sanitario informatico | Decisioni sulla salute del minore d'età | Decisioni sulla salute delle persone prive di autonomia | Disposizioni anticipate di trattamento | Cure palliative e accanimento terapeutico | Le altre previsioni della legge | In conclusione | Guida all'approfondimento |

 

La l. n. 219/2017 introduce nell'ordinamento la disciplina dei rapporti tra medico e paziente, intervenendo a regolamentare tutti i profili di tale rapporto: consenso informato, doveri e responsabilità del medico e dell'équipe sanitaria, alleanza terapeutica, pianificazione delle cure, decisioni relative alla fase terminale della vita, rapporti tra medico e familiari del paziente, decisioni sulla salute del minore d'età e delle persone prive di autonomia, accanimento terapeutico, terapia del dolore, disposizioni anticipate di trattamento. A pochi giorni dalla sua approvazione, si parla della nuova legge come di "legge sul biotestamento" costituendo le disposizioni relative alle DAT la parte senz'altro più innovativa di essa. La legge n. 219/2017 tuttavia, dovrebbe essere più correttamente considerata come lo "statuto dei diritti della persona in materia di salute".

Leggi dopo

Le Bussole correlate >