Focus

L'assegnazione del processo di divorzio al giudice della separazione. Verso il divorzio diretto per creazione giurisprudenziale?

Sommario

Il quadro normativo | I problemi processuali derivanti dal divorzio breve | I provvedimenti di modifica delle assegnazioni delle cause | Pendenza e riunione dei giudizi | Criticità del modello veronese | Rischio di fusione dell'assegno di separazione e divorzio | Decorrenza degli assegni | In conclusione |

 

Prendendo spunto dai tre provvedimenti di carattere organizzativo del Tribunale di Roma, di Milano e di Verona, si analizzano, da un lato le problematiche di carattere processuale connesse alla legge sul cd. “divorzio breve” derivanti dalla mancanza di coordinamento tra questa e la disciplina del giudizio di separazione e, dall'altro, i possibili scenari futuribili che potrebbero portare, seppure in assenza di un intervento legislativo coerente e complessivo, alla fusione di due giudizi (separazione e divorzio) sino a oggi tenuti ben distinti nella prassi.

Leggi dopo