Focus

Contenuti e limiti del diritto degli ascendenti dopo la sentenza della Corte di Strasburgo 20 gennaio 2015

Sommario

Quadro normativo | Il legame familiare tra nonni e nipoti nella dinamica processuale | Diritto degli ascendenti e interesse preminente del nipote nella giurisprudenza italiana e sovranazionale | La sentenza della Corte EDU 20 gennaio 2015, Manuello e Nevi c/ Italia | In conclusione |

 

L’Autore, profittando della recente sentenza della Corte Edu Manuello e Nevi c. Italia, analizza il quadro complessivo della giurisprudenza, italiana e internazionale, dei rapporti tra ascendenti e nipoti, soffermandosi in particolare sul mutamento - non solo sociale ma anche giuridico - della qualità della relazione parentale che non può essere ridotta alla mera previsione di un semplice diritto di visita ma deve, semmai, estrinsecarsi in un rapporto continuo e intenso che non può essere interrotto (o bloccato) da elementi estranei all’interesse del minore. Il rapporto tra nonni e nipoti rientra peraltro nel concetto di vita familiare che ogni singolo Stato ha il dovere di proteggere non solo evitando illecite intrusioni ma anche predisponendo tempestivamente (essendo il tempo un fattore determinante nella qualità dei rapporti familiari) misure di carattere positivo atte al raggiungimento dello scopo.

Leggi dopo