Casi e sentenze di merito

L’assegno al coniuge separato, e convivente con altra persona, va escluso solo se la nuova relazione abbia carattere di stabilità

Nel giudizio di separazione, ai fini dell’accertamento delle condizioni per l’attribuzione dell’assegno di mantenimento in favore del coniuge, convivente con altra persona, deve distinguersi il mero rapporto occasionale dalla famiglia di fatto, sulla base del carattere di stabilità della convivenza, che conferisce grado di certezza al rapporto sussistente tra due persone, rendendolo giuridicamente rilevante.         

Leggi dopo

Le Bussole correlate >