Casi e sentenze

Covid19: il diritto di visita può essere esercitato in maniera diversa da quanto indicato nella sentenza di divorzio

03 Giugno 2020 |

Trib. Pescara

Diritto di visita

Considerato che le previsioni di cui all’art.1, comma 1, lett. a) del d.P.C.M. 8 marzo 2020 n.11 non sono preclusive delle disposizioni di affido e collocamento dei minori, laddove consentono gli spostamenti finalizzati ai rientri presso la residenza o domicilio e che gli spostamenti per raggiungere i figli minori presso l’altro genitore o l’altro affidatario sono sempre consentiti, è possibile disporre, sino al termine della normativa emergenziale, una modalità di visita diversa da quella indicata nella sentenza di divorzio, al fine di limitare al massimo gli spostamenti, garantendo in tal modo che non vi siano interruzioni nei rapporti con il minore.

Leggi dopo