Homepage

Focus Focus

Gli effetti del reddito e della pensione di cittadinanza sull'assegno di separazione e divorzio

11 Dicembre 2019 | di Alessandro Simeone

Assegno divorzile e una tantum

Con d.l. 28 gennaio 2019 n. 4, convertito in legge con modifiche dalla l. 28 marzo 2019, n. 26, sono stati introdotti nel nostro Paese il Reddito di cittadinanza e la Pensione di cittadinanza. L'Autore, dopo aver tratteggiato il funzionamento dei due nuovi istituti si interroga sull'incidenza delle novità normative nel campo del diritto delle relazioni familiari: aver diritto al Reddito di cittadinanza o alla Pensione di cittadinanza può escludere il diritto all'assegno di separazione o all'assegno di divorzio? Pur in assenza di chiare indicazioni legislative e di interventi giurisprudenziali l'Autore prova a individuare quello che potrebbe essere un percorso argomentativo da utilizzare a fronte delle novità introdotte dal legislatore.

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Un figlio può essere riconosciuto da chi sia sottoposto ad amministrazione di sostegno?

10 Dicembre 2019 | di Alberto Figone

Amministrazione di sostegno

Ci si chiede se una persona, sottoposta ad ads, possa riconoscere un figlio nato da una relazione fuori dal matrimonio.

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Assegno al coniuge separato: natura e criteri di determinazione

10 Dicembre 2019 | di Redazione Scientifica

Assegno di mantenimento per il coniuge

In sede di separazione deve determinarsi l’assegno di mantenimento a favore della moglie in misura adeguata a consentire alla stessa di provvedere al proprio mantenimento...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

La rilevanza in ambito penale degli accordi a latere della sentenza di divorzio

09 Dicembre 2019 | di Serafina Aceto

Cass. pen.

Violazione degli obblighi di assistenza familiare

L’accordo transattivo relativo alle attribuzioni patrimoniali concluso tra le parti a latere di un giudizio di divorzio ha natura negoziale e produce effetti per l’ordinamento giuridico, senza che sia necessario sottoporlo al vaglio del Tribunale...

Leggi dopo
News News

L’accertamento delle Entrate presentato dal marito è decisivo per riconoscere l’assegno di mantenimento alla moglie

06 Dicembre 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Assegno di mantenimento per il coniuge

L'accertamento dell’Agenzia delle Entrate, prodotto dal marito in giudizio, è decisivo per riconoscere l’assegno di mantenimento alla moglie.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Sì all'adozione speciale quando si deve tutelare una relazione preesistente e significativa del minore

06 Dicembre 2019 | di Francesco Pisano

Cass. civ.

Adozione in casi particolari

La cassazione torna sulle condizioni per l'applicazione dell'art 44 lett d): non è necessaria la condizione di abbandono, non ci sono limiti di età adottante ed adottato, a parte quello minimo di 18 anni. la ratio dell'istituto è individuata nella tutela della relazione in atto tra il minore e l'adulto privo dei requisiti per l'adozione piena.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Simulazione e accordi di separazione

05 Dicembre 2019 | di Sabina Anna Rita Galluzzo

Cass. civ.

Separazione e divorzio: accordi integrativi

L’accordo mediante il quale i coniugi pongono consensualmente termine alla convivenza può racchiudere ulteriori pattuizioni, distinte da quelle che integrano il suo contenuto tipico predetto e che ad esso non sono immediatamente riferibili.

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Produzione delle dichiarazioni dei redditi nel procedimento di divorzio

04 Dicembre 2019 | di Paola Silvia Colombo

Divorzio: procedimento e impugnazioni

È possibile depositare ricorso di divorzio giudiziale senza produrre le dichiarazioni dei redditi degli ultimi tre anni, considerando che la disputa tra i coniugi riguarda solo la questione “frequentazioni” del minore?

Leggi dopo
Giurisprudenza sovranazionale Giurisprudenza sovranazionale

Fondato l’affidamento ma non congrue le condizioni per l’esercizio del diritto di visita

04 Dicembre 2019 | di Annamaria Fasano, Giuseppina Pizzolante

Corte EDU

Affidamento a terzi

Anche laddove il provvedimento di collocare un minore in affido non violi la cedu, avendo predisposto una protezione bilanciata degli interessi dei ricorrenti, il diritto di visita, limitato da quattro a sei volte l’anno, si pone in contrasto con il diritto al rispetto della vita privata e familiare tutelato dall’art. 8 cedu.

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Mantenimento figli: l’obbligazione degli ascendenti è subordinata e sussidiaria a quella dei genitori

03 Dicembre 2019 | di Redazione Scientifica

Trib. Bari

Ascendenti: diritti e doveri

L’obbligo degli ascendenti di fornire ai genitori i mezzi necessari per adempiere i loro doveri nei confronti dei figli va inteso non solo nel senso che l'obbligazione degli ascendenti è subordinata e, quindi, sussidiaria rispetto a quella, primaria, dei genitori, ma anche...

Leggi dopo

Pagine